Luca Signorelli in Umbria.
I capolavori dell’Alta Valle del Tevere

Sabato 1 luglio

Partenza da Piazza Partigiani ore 8:30

Visita guidata a cura di MeravigliArti in Umbria in collaborazione con Perugia City Tour e Sulga.

Il 2023 è anche l’anno in cui si celebrano i 500 anni dalla morte di Luca Signorelli.
MeravigliArti in Umbria, in collaborazione con Perugia City Tour e Sulga, dá inizio ad una serie di iniziative che porteranno alla scoperta del grande maestro cortonese.
Sabato 1 luglio vi aspettiamo per una emozionante visita ai luoghi meno conosciuti di Signorelli in Umbria.

L’Umbria è terra d’adozione di Luca Signorelli, pittore cortonese (1450 circa – 1523) che fu allievo di Piero della Francesca ad Arezzo poi attivo nella bottega del Verrocchio a Firenze. È proprio in questo ambiente che il Cortonese instaura con Perugino uno stretto rapporto di collaborazione, che lo porterà a collaborare con il maestro, insieme a Bartolomeo della Gatta, nella realizzazione di due affreschi del ciclo della Cappella Sistina (1481-1482).
Nel 1488 Luca Signorelli diventa cittadino onorario di Città di Castello, dove sarà il pittore favorito dalla famiglia egemone, i Vitelli che porteranno il pittore a operare nell’Alta Valle del Tevere durante tutto il corso della sua vita.

Guidati da una storica dell’arte visiteremo la Pinacoteca Comunale di Città di Castello in cui si trova il Martirio di San Sebastiano, realizzato nel 1498, opera che ispirò il giovane Raffaello.
Procederemo poi in direzione di Morra, poco lontano da Città di Castello, a metà strada tra Cortona e l’Alta Valle del Tevere, in cui avremo modo di scoprire un ciclo di affreschi poco conosciuto che Signorelli realizzò nell’oratorio di San Crescentino intorno al 1507 ispirati al tema della Passione di Cristo, “biblia pauperum” didascalica e commovente, con le scene ben conservate della Flagellazione e della Crocifissione. Il ciclo, così sorprendente in un luogo solo apparentemente di secondo piano rispetto alle scelte culturali e politiche della criptosignoria vitellesca, calamitò l’interesse di Alberto Burri (1915 – 1995), che nel 1973 devolse il premio Feltrinelli per la grafica per il restauro degli affreschi, che nel 2020 sono stati oggetto di una nuova e funzionale campagna di restauro e valorizzazione.

Programma:

Sabato 1 luglio

– ore 8:30: ritrovo a piazza Partigiani per partenza in pullman;
– 9.30: incontro con la guida a Città di Castello, Pinacoteca Comunale, di fronte all’ingresso principale (Piazza delle Tabacchine)
– ore 10.00: Visita alla Pinacoteca Comunale;
– ore 11.30: Partenza per Morra;
– ore 12.00: Visita all’Oratorio di San Crescentino

Rientro previsto per le 13:30

Costi:

– € 42 (fino a 20 persone)
– € 32 (fino a 36 persone).
La quota comprende: viaggio A/R da Perugia in bus turistico, accompagnatore, guida storica dell’arte per visita ai luoghi di Signorelli, ingressi e copertura assicurativa;
– € 20 con spostamento privato.
La quota comprende: guida storica dell’arte per visita ai luoghi di Signorelli, ingressi;

Prenota!

Sabato 15 giugno l' ultima corsa sarà alle 16:40 e Domenica 16 giugno alle 12:00 a causa dell'ordinanza 890 che limita il traffico e sosta nel centro storico.

Choose your language

Scegli la tua lingua